Pillole di finanza Bilancio 2013 – Previsoni 2014

Il 2013 è stato un anno dalle grandi contraddizioni: molto bene l’azionario dei Paesi sviluppati con in testa Giappone ,Stati Uniti e Germania, male i mercati emergenti. Sul fronte obbligazionario segni più per i bond dei Paesi periferici (Italia,Spagna,Irlanda), meno per il bund tedesco e il  treasury americano; bene le obbligazioni high yield, molto male quelle dei Paesi emergenti in valuta locale. Le previsioni per il 2014 le lascio agli esperti, io mi limito a dare uno sguardo alla statistica che dice che ad un anno buono segue un anno …grande!!! ma con forte volatilità. Se dovessi fare una “puntata” i miei preferiti sono Mercati Emergenti sia azioni che obbligazioni e ancora azioni  Giappone. Che il nuovo sia sempre meglio del vecchio. Buon 2014 a tutti !!!!

Annunci

Pillole di finanza dal 16 al 20 dicembre 2013

L’ultima riunione della Fed tenutasi martedì 17 e mercoledì 18 ha finalmente chiarito i prossimi passi di politica monetaria. L’acquisto di titoli da parte della Banca centrale americana passerà da 85 a 75 mld  a partire da gennaio. I tassi di interesse rimarranno bassi ancora a lungo e la crescita economica sta dando finalmente dei segnali incoraggianti, la disoccupazione migliora e…. le borse hanno festeggiato!!! Nuovi record a Wall Street e buon recupero per le borse europee e per la borsa di Tokyo che si porta ad un passo dai 16.000 punti. Ancora deboli i mercati emergenti,cambio euro dollaro stabile e spread Btp Bund in miglioramento. Per il momento è tutto. Buon Natele a tutti !!!!

Pillole di finanza dal 9 al 13 dicembre 2013

Per la seconda settimana consecutiva i principali indici azionari mondiali chiudono in negativo, fa eccezione Tokyo che archivia il bilancio settimanale con un guadagno di poco superiore al mezzo punto percentuale. Si è in attesa del meeting della Fed di martedì 17 durante il quale sarà più chiaro l’indirizzo monetario per i prossimi mesi. Iniziano ad uscire le prime previsioni per il 2014 e per il generale ottimismo che trapela una buona dose di cautela è d’obbligo, magari solo per l’inizio dell’anno. Avremo modo nei prossimi giorni di tracciare le nostre linee guida per un sereno 2014. Un saluto

Pillole di finanza dal 25 al 29 novembre 2013

Gli indici americani hanno chiuso l’8° settimana consecutiva in rialzo. Si tratta della più lunga serie rialzista degli ultimi 10 anni, dopo quella realizzata  tra fine novembre 2003 e metà gennaio 2004. Della settimana corta dei mercati Usa, dovuta alla festività di giovedì del Thanksgiving e della chiusura anticipata del giono successivo hanno beneficiato in particolare gli indici azionari dell’area Euro, tra cui svetta il Dax a un passo da quota 9.500. Continuano a distinguersi le azioni giapponesi dopo che anche i recenti dati sull’inflazione hanno mostrato un miglioramento. È iniziato l’ultimo mese di un anno che ha visto i mercati azionari dei paesi sviluppati registrare performance a doppia cifra. La forza  del rialzo, oltre all’esigenza di alcuni gestori di aggiustare la performance dei loro portafogli, agevola la possibilità di un dicembre comunque positivo. Attenzione però all’inizio del nuovo anno