Pillole di finanza dal 6 al 10 gennaio 2014

I mercati finanziario tentano un recupero dopo la falsa partenza della prima settimana dell’anno. Tranne la borsa di Tokyo e quelle dei principali mercati emergenti tutte le altre segnano progressi. La migliore risulta Milano che ora vede all’orizzonte i 20.000 punti. I dati contrastanti sul mercato del lavoro hanno di nuovo indebolito il dollaro nei confronti dell’euro, rafforzatosi anche per le parole di Draghi nella riunione di giovedì della Bce. L’inizio delle trimestrali in America potrebbe rappresentare il catalizzatore per un trend più definito, fermo restando la consueta volatilità che accompagna l’uscita di dati societari. Da segnalare anche il buon recupero dei mercati obbligazionari in tutte le loro classificazioni e una lieve ripresa delle valute emergenti ,per il resto null’altro da aggiungere. Un saluto e alla prossima

Annunci