Pillole di finanza dal 21 al 25 luglio 2014

Continua la fase di incertezza che sta caratterizzando i mercati azionari dopo il rally di giugno .Wall Street prima segna nuovi record e poi corregge nell’ultima seduta della settimana , mantendosi però tonica per l’attacco ai 2.000 punti del S&P500 ,le borse europee invece dimostrano graficamente una maggiore debolezza .Situazione diversa sui mercati emergenti dove il miglioramente dell’economia cinese permette alle borse asiatiche di allungare il passo ,ben comprata anche la borsa brasiliana .L’indice Nikkey,uno dei pochi indici negativi da inizio anno, sta dando degli evidenti segnali di miglioramento e potrebbe rappresentare la sorpresa del secondo semestre dell’anno .Ancora buone notizie da parte delle trimestrali americane che sottolineano la buona salute dell’economia a stelle e striscie .
Sul fronte valutario continua il graduale rafforzamento del dollaro sull’euro che chiude la settimana poco sopra 1,34 soglia che non si vedeva da mesi .Il clima vacanziero consiglia cautela .Un saluto a tutti e alla prossima .

Annunci

Pillole di finanza dal 14 al 18 luglio 2014

Bilancio di settimana positivo per le principali borse mondiali,con i mercati emergenti ben acquistati ,da segnalare la performance del Bovespa che archivia l’ottava con una crescita vicina al 4%.I mercati sviluppati segnano rialzi vicini al punto percentuale.
Il perdurare delle tensioni israelo-palestinese ,accompagnate dalla tragedia dell’aereo malese abbattuto da un missile in Ucraina provocano una discreta dose di tensione sui mercati .Se aggiungiamo a tutto questo che è in corso la campagna delle trimestrali americane ,con dati comunque migliori delle attese, è consigliabile procedere con cautela .
Siamo in prossimità delle vacanze e i volumi iniziano a diminuirire,si naviga a vista con l’unica certezza rappresentata dalla fine degli acquisti da parte della Fed con tutte le implicazioni che tale comportamento produrrà sui mercati .
Un saluto a tutti e alla prossima settimana .

Pillole di finanza dal 7 al 11 luglio 2014


Dopo un inizio di semestre segnato dai nuovi record degli indici americani è arrivato lo “Spirito Santo”(banca portoghese in difficoltà) che ha riportato tutti sulla terra ,ricordando che i mercati azionari sono per loro natura volatili .Le borse europee sono quelle che più delle altre hanno accusato il colpo,con cali in alcuni casi superiori al 4%. Milano ,il cui indice è pieno di bancari ,ha chiuso la settimana poco sopra i 20.000 punti ,soglia dalla quale,ci si augura,si possa ripartire con obiettivi ben più ambiziosi.E’ finito il mondiale di calcio che ha visto la Germania(vince sempre lei soprattutto se non gioca con l’Italia!) trionfare su una sfortunata Argentina ;il Brasile ne esce con le”ossa rotte” mortificato in semifinale dalla stessa Germania 7-1 e nella finalina dall’Olanda 3-0,la speranza è che il Bovespa possa fare meglio . Visto che l’estate stenta a partire anche il consueto “rally estivo” fa difficoltà ad uscire dalle nuvole ,consapevole però che un po’ di sole ce lo meritiamo .
Un saluto a tutti e alla prossima.

Entrata in vigore delle nuove aliquote sulle rendite finanziarie

1A partire dall’1 luglio 2014 l’aliquota fiscale sulle rendite finanziarie verrà portata al 26% dall’attuale 20%, ad esclusione di titoli di stato ed equiparati emessi da Paesi appartenenti alla cosiddetta «White List»(elenco di Stati e territori che, sulla base di convenzioni, assicurano al fisco italiano una adeguata possibilità di controllo attraverso lo scambio d’informazioni ) a cui si applica invece una aliquota del 12,50%. Continua a leggere

Pillole di finanza dal 30 giugno al 4 luglio 2014

Nuovi record per gli indici americani ,il dow jones per la prima volta chiude sopra ai 17.000 punti e lo S&P500 è ormai a ridosso dei 2000;all’appuntamento con la storia manca solo il Nasdaq che insegue ancora le vette raggiunte durante la bolla tecnologica .Ha parlato Mario Draghi,presidente della Bce, e i mercati hanno apprezzato le sue intenzioni e subito l’euro è tornato ad indebolirsi nei confronti del dollaro .Dal 1 luglio è entrata in vigore la nuova tassazione sulle rendite finanziarie ,si è passati dal 20% al 26% ad esclusione dei titoli di stato e di quelli ad essi equiparati (white list).Sul mondo del gestito non bisogna fare nulla sull’amministrato è necessario valutare caso per caso .