Pillole di finanza dal 25 al 29 luglio 2016

foto alessandro 20 luglio 2016

Mercati finanziari :nulla di nuovo dagli stress test

▶️ tutti promossi tranne Mps, ma …

▶️ settimana piatta sui listini azionari

▶️ uno sguardo alla statistica

Venerdì sera, a mercati chiusi , sono usciti i risultati dell’Eba sulla situazione delle banche europee ,nulla di diverso da quello che era trapelato in settimana ,l’unica bocciatura ,e si sapeva ,ha riguardato il Monte dei Paschi ,ma l’approvazione da parte di Bruxelles del piano di salvataggio presentato da un consorzio privato guidato da JpMorgan e Mediobanca dovrebbe dare alla banca senese una certa serenità.

Bilancio settimanale piatto per tutte le principali borse mondiali image,petrolio ancora in calo a 41,6 e euro in rafforzamento sul dollaro a causa del nulla di fatto nell’ultimo meeting della Fed e dal dato sul Pil americano del secondo trimestre inferiore alle attese.
Tornano a diminuire i rendimenti obbligazionari mentre l’indice che misura la volatilità è sceso addirittura sotto ai 12 punti.

Inizia agosto ,mese ,insieme a settembre poco propenso ai rialzi ,vediamo cosa ci dice la statistica.

Dal 1995 sullo S&P500 il bimestre agosto settembre è stato positivo per 11 volte con un risultato medio 3,42% ,nei 10 anni negativi i cali sono stati ben maggiori -6,54%. Complessivamente la flessione è stata del 2,82%. Negli anni presidenziali i risultati sono stati invece positivi dello 0,79%.
Il peggior anno è stato il 2001 con una correzione del 14,39% ,il migliore il 2009 con un rialzo del 7,05%.
La maggior sequenza negativa è stata dal 1998 al 2002 ,quella positiva dal 1995 al 1997.

Venerdì 5 agosto iniziano le Olimpiadi ,l’augurio è che si parli solo di Sport.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima

Annunci

Pillole di finanza dal 18 al 22 luglio 2016

foto alessandro 20 luglio 2016

Mercati finanziari :un ottimismo estivo.

▶️ utili americani migliori delle attese

▶️ sempre in attesa per le banche italiane

▶️ indice Vix ai minimi da oltre un anno

Nulla sembra scalfire il clima di ottimismo che sta scaldando i mercati finanziari in un’estate entrato ormai nel vivo.
Lo S&P500 beneficia dei buoni dati digli utili aziendali ,migliori delle attese degli analisti e registra la seconda settimana consecutiva di record ,mentre dall’altra parte dell’oceano le piazze europee cercano, nonostante i miglioramenti delle ultime settimane ,di invertire un trend negativo che le vede in correzione ormai da oltre un anno.
Nulla di fatto ancora sulla risoluzione dei problemi legati alle banche italiane,ma attendiamo fiduciosi.

Settimana di calo per il prezzo del petrolio,che scivola sotto i 45 dollari , mentre il biglietto verde chiude l’ultima ottava a 1,0972 contro euro ,confermando i progressi iniziati dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Europa. Anche lo spread Btp-Bund archivia l’ultima settimana in diminuzione a 126,8. Il Vix infine ,chiudendo poco sopra a 12, registra il livello più basso da circa un anno.

A questo punto una pausa di consolidamento potrebbe starci ed essere perfino salutare per il proseguimento del rally estivo.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima

Pillole di finanza dal 11 al 15 luglio 2016

image

Mercati finanziari : il fallito golpe ci mancava

▶️ fallisce il tentativo di colpo di Stato in Turchia

▶️ nulla sembra fermare la corsa degli indici americani

▶️ Bruce Springsteen ,l’ultimo mito vivente

È difficile parlare di finanza ,diversificazione e orizzonte temporale in una settima segnata da un incidente tra due treni in Puglia, un attentato di un folle a Nizza e per finire un fallito colpo di Stato in Turchia ,ma come spesso si dice la vita va avanti.

La scorsa settimana avevo anticipato il probabile nuovo record sugli indici americani e ad eccezione del Nasdaq sia il Dow che lo S&P hanno superato i massimi toccati a maggio 2015.image

Molto bene la borsa di Tokyo con un rialzo di quasi il 10% ,così come le piazze del vecchio continente anche se con movimenti meno accentuati ,tranne Londra tutti gli altri indici europei sono sotto i livelli toccati il 23 giugno.

Il fallito golpe è avvenuto a mercati finanziari chiusi e le sole ripercussioni per ora riscontrabili sono sul valutario, con la lira turca che ha perso quasi il 4% nei confronti delle principali monete.

Il dollaro torna a rafforzarsi nei confronti dell’euro,portandosi poco sopra a 1,10 ,il petrolio si ferma a 45.95 e il Vix chiude l’ultima ottava ancora in ribasso a 12,67.
Di particolare interesse è ,sul versante obbligazionario, la notizia è che il Bund tedesco ha un rendimento un po’ meno negativo rispetto a venerdì scorso.

Infine un tributo lo faccio a Bruce Springsteen ,ho assistito al suo concerto di Roma ,ha iniziato il 16 luglio poco dopo le ore 20,00 e ha terminato il 17 ,ho detto tutto.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 4 al 8 luglio 2016

image

Mercati finanziari : Wall Street di nuovo vicino ai massimi storici

▶️ continua la divergenza tra Europa e Stati Uniti

▶️ il dato sul l’occupazione da un nuovo slancio

▶️ tassi dei governativi sempre più in basso

Il dato sui nuovi occupati ,287.000 contro un’attesa di 170.000, nettamente migliore delle aspettative degli analisti ha permesso allo S&P500 di riportarsi a pochi decimali dal suo record storico e agli indici europei di mitigare la correzione.

Il bilancio settimanale allarga ulteriormente le divergenze tra le borse del vecchio continente e quelle del resto del mondo ,Giappone escluso. Piazza Affari grazie all’exploit di venerdì recupera i 16.000 e spera in qualche provvedimento politico che ponga fine al caos bancario ,vero tallone d’Achille del nostro indice.

Il dollaro si rafforza sull’euro chiudendo a 1.105 ,il prezzo del petrolio continua la sua correzione ma si ferma leggermente sopra ai 45 dollari al barile ,lo spread Btp-Bund a 136 inizia a non dirci più nulla in quanto inficiato dal risultato di una somma algebrica che vede un elemento ,il decennale tedesco,con il segno meno davanti ,comunque tranquilli perché c’è di peggio in quanto anche il rendimento del bond a 50 anni dello Stato svizzero e’ andato in negativo.
L’indice Vix continua il suo ritracciamento su livelli ,13,2, che non si vedevano da fine maggio e questo non necessariamente è un buon segno.

Più volte ho sostenuto che gli indici americani avrebbero superato i massimi di maggio 2015 ,vediamo se la prossima settimana è quella decisiva.

Infine una amarezza l’ho avuta dalla nazionale di basket che per la terza volta consecutiva non parteciperà alle olimpiadi ,un vero peccato per tutto il movimento.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 27 giugno al 1 luglio 2016

image

Mercati finanziari : si torna alla normalità

▶️ nuove stragi da parte dell’Isis

▶️ Italia eliminata agli europei di calcio

▶️ inizia il secondo semestre ,molte ombre poche luci

Settimana segnata da due stragi da parte dell’Isis : 42 sono le vittime all’aeroporto di Istanbul e venti ,di cui nove italiani ,quelle a Dacca capitale del Bangladesh.

Nel frattempo l’Italia del calcio prima elimina la Spagna e poi permette alla nazionale tedesca di superare il tabù che li vedeva sempre sconfitti in competizioni ufficiali. È finita ai rigori e come spesso ci accade la roulette dagli undici metri non ci vede vittoriosi ,usciamo a testa alta ma con molto rammarico.
E i mercati finanziari cosa fanno nella settimana successiva al venerdì post Brexit ? Salgono e in alcuni casi tornano addirittura in verde da inizio anno (Londra ,New York ).image
Bene anche piazza affari ,pur condizionata come ormai accade da oltre un anno dai titoli bancari.
Restiamo comunque il peggior indice da inizio 2016.

Lo spread torna a diminuire 134,9 , così come il rendimento del Bund tedesco che in chiusura di ottava si attesta a -0,125 sempre più negativo. Il cambio euro dollaro si muove tra 1.10-1,11 e il petrolio è leggermente sotto ai 50 dollari al barile. È il Vix che dopo l’impennata di venerdì torna alla normalità attestandosi a 14,77,maggior calo settimanale da inizio anno.

È appena iniziato il secondo semestre con molte ombre e poche luci ,ma ancora una volta la strada verrà trovata soltanto da chi avrà pazienza e soprattutto seguirà le regole più volte citate. ( diversificazione e orizzonte temporale ).

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima