Pillole di finanza dal 17 al 21 febbraio 2020

Mercati finanziari : una pausa salutare

▶️ Prevalgono le vendite

▶️ La forza dell’oro

▶️ Tassi reali negativi

Dopo i record della settimana scorsa tutte le principali borse mondiali , ad eccezione delle Piazze cinesi , correggono dai massimi

È ancora il corona virus , sbarcato nel frattempo anche nel nord Italia , a determinare nuove preoccupazioni. Vanno bene tutte le precauzioni che si stanno prendendo ma senza drammatizzare. In Italia ,ogni anno, ci sono 400 vittime stagionali dovute all’influenza.

Ad inizio settimana IntesaSanpaolo ha lanciato un’offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria su Ubi Banca. Offrendo per ogni azione consegnata 1,7 azioni di nuova emissione , valorizzando Ubi 4,9 mld

Sale il prezzo del petrolio a 53,44 $ al barile , l’euro si mantiene stabile sul dollaro a 1,0848 , così come lo spread Btp-Bund a 133,8 , balzo in avanti del Vix a 17,08 , mentre l’indicatore di sentiment torna in area di paura a 44 punti.

I tassi di interesse reali (tasso nominale – inflazione) dei principali Paesi mondiali sono negativi , si va dal -0,3 della Korea al -0,9 degli Stati Uniti , al -1,9 dell’Eurozona e al -2,4 dell’India , e in tale contesto non sorprende la crescita dell’oro che attualmente quota a 1.645,95 , massimi da sette anni.

Ho letto recentemente una frase di Seneca che dice :“Sbaglia chi vive seguendo l’esempio altrui”, usiamo la ragione e usciamo dal gregge.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 10 al 14 febbraio 2020

Mercati finanziari : ancora record

▶️ Nasdaq da record

▶️ Bene il petrolio

▶️ Investire è semplice ma non facile

Continua la crescita di tutte le principali borse mondiali , incuranti dei danni che sta causando in coronavirus.

Circa l’80% delle società quotate nell‘S&P500 hanno riportato i risultati del quarto trimestre 2019 che si confermano solidi. I profitti superano mediamente del 5% circa le aspettative, e per sei aziende su dieci risultano migliori delle attese.
La tecnologia si dimostra forte e il Nasdaq è ad un passo da quota 10.000.
Bene anche le piazze cinesi , sostenute dagli sforzi che il governo sta mettendo in atto per scongiurare il peggio.
Ottimi , nel complesso , i risultati dei mercati azionari da inizio anno.

Torna a crescere il prezzo del petrolio a 52,23 dollari al barile su possibili tagli alla produzione. Sempre più forte il dollaro sull’euro a 1,0831 , livelli che non si vedevano da maggio 2017
Migliora l’oro a 1.586,85 , mentre è stabile lo spread a 132,10. Scende il Vix a 13,68 e il sentiment è a 55 in zona di neutralità.

Investire è estremamente semplice ma non facile !

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 3 al 7 febbraio 2020

Mercati finanziari : torna l’appetito per il rischio 

▶️ Nuovi record a Wall-Street

▶️ Bene i conti delle grandi banche italiane

▶️ Dal marziano al terrestre

Si allenta la preoccupazione per il coronavirus e Wall Street fa nuovi record storici , per poi ripiegare leggermente nella seduta di venerdì.

Molto bene piazza Affari , dove le ottime trimestrali dei big bancari proiettano il nostro indice nuovamente sopra i 24.000.
Fitch mantiene il nostro rating stabile ma con outlook negativo.
La disoccupazione americana sale al 3,6 e il FMI taglia le stime di crescita del pil cinese dal 5,7 al 5%.

Continua la discesa del petrolio a 50,36 $ al barile , forte il dollaro sull’euro a 1,0946 ,mentre l’oro si indebolisce leggermente a 1.573,90 $ l’oncia.

Cala ancora lo spread tra Btp e Bund a 132,4 ma con rendimenti in leggero aumento. Scende il Vix a 15,47 e il barometro del sentiment torna in zona di euforia a 57 , abbandonando la paura toccata venerdì scorso.

Il mio amico marziano mi ha avvisato che il viaggio di ritorno è andato bene e che dove sta lui non ci sono giornali e televisioni , mi ha chiesto poi come stava suo fratello gemello che è rimasto qui da noi : gli ho detto che è preoccupato per il virus , si è messo a ridere , mi ha salutato ed è tornato a pascolare le pecore.

Per oggi è tutto, un saluto e alla prossima

Pillole di finanza dal 27 al 31 gennaio 2020

Mercati finanziari : un marziano sulla terra

▶️ Aumenta la paura per il coronavirus

▶️ Brexit e Impeachement alle spalle

▶️ Un marziano che deve investire

La paura del diffondersi del coronavirus prende il sopravvento sulla razionalità e spinge gli investitori di tutto il mondo a vendere , ( vi ricordo che per uno che vende ce ne uno che compra).

La settimana si chiude con tutte le principali borse mondiali in calo tra il 2 e il 7% di Hong-Kong ; anche il bilancio mensile è in rosso , tranne qualche eccezione.

La Gran Bretagna è fuori dall’Europa , la storia ci dirà se la scelta è giusta.
Mercoledì si vota al senato sull’impeachment a Trump , molto probabile l’archiviazione.

Il petrolio continua a scendere e chiude a 51,62 dollari al barile , si rafforza l’euro sul dollaro e chiude poco sotto 1,11. Si rafforza l’oro che arriva a 1.588,70 dollari l’oncia. Molto bene lo spread Btp-Bund a 136,4. Il Vix balza a 18,84 e l’indicatore di sentiment torna in area di neutralità a 47 

Se in questo momento un marziano arrivasse sulla terra , ha “due soldi da investire” , chiede quanto rendono i titoli di stato a 10 anni in Germania e gli dicono -0,44 , lui se lo fa ripetere un paio di volte per essere sicuro di aver capito bene e poi chiede quanto rendono i famosi Btp a 10 anni , la risposta è 0,92 , lordi e poi ci devi pagare una tassa dello 0,2 !

Il marziano si fa una risata , guarda un paio di grafici storici della borsa americana , investe in azioni e riparte per Marte dicendo …. ci vediamo tra 10 anni.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.