Pillole di finanza dal 27 al 31 gennaio 2020

Mercati finanziari : un marziano sulla terra

▶️ Aumenta la paura per il coronavirus

▶️ Brexit e Impeachement alle spalle

▶️ Un marziano che deve investire

La paura del diffondersi del coronavirus prende il sopravvento sulla razionalità e spinge gli investitori di tutto il mondo a vendere , ( vi ricordo che per uno che vende ce ne uno che compra).

La settimana si chiude con tutte le principali borse mondiali in calo tra il 2 e il 7% di Hong-Kong ; anche il bilancio mensile è in rosso , tranne qualche eccezione.

La Gran Bretagna è fuori dall’Europa , la storia ci dirà se la scelta è giusta.
Mercoledì si vota al senato sull’impeachment a Trump , molto probabile l’archiviazione.

Il petrolio continua a scendere e chiude a 51,62 dollari al barile , si rafforza l’euro sul dollaro e chiude poco sotto 1,11. Si rafforza l’oro che arriva a 1.588,70 dollari l’oncia. Molto bene lo spread Btp-Bund a 136,4. Il Vix balza a 18,84 e l’indicatore di sentiment torna in area di neutralità a 47 

Se in questo momento un marziano arrivasse sulla terra , ha “due soldi da investire” , chiede quanto rendono i titoli di stato a 10 anni in Germania e gli dicono -0,44 , lui se lo fa ripetere un paio di volte per essere sicuro di aver capito bene e poi chiede quanto rendono i famosi Btp a 10 anni , la risposta è 0,92 , lordi e poi ci devi pagare una tassa dello 0,2 !

Il marziano si fa una risata , guarda un paio di grafici storici della borsa americana , investe in azioni e riparte per Marte dicendo …. ci vediamo tra 10 anni.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 9 al 13 dicembre 2019

Mercati finanziari : pronti per la Brexit

▶️ Johnson stravince

▶️ Un “accordino” sui dazi

▶️ Borse sui massimi

Boris Johnson stravince le elezioni in Gran Bretagna, aggiudicandosi 365 seggi su 650. Il 31 gennaio la Brexit sarà cosa fatta.

Stati Uniti e Cina trovano un accordIno per sospendere l’entrata in vigore di nuovi dazi e nelle borse di tutto il mondo tornano gli acquisti.

Nuovi record a Wall-Street ed è la 28ª volta che accade nell’anno ( niente di straordinaria se confrontato con altri anni ). Molto bene le borse asiatiche con Hong Kong che guadagna il 4,5%.

Nulla di fatto dalle riunioni della Fed e della Bce.

Il dollaro si indebolisce sull’euro e chiude a 1,1122. Sale leggermente li prezzo del petrolio a 59,77. Migliora a 155 lo spread Btp-Bund , scende a 12,63 il Vix mentre il sentiment torna a 75 in area di estrema euforia.

Mancano poche sedute alla fine dell’anno , il bilancio ad oggi è molto positivo ma per i dati conclusivi aspettiamo dopo Naptale.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 28 ottobre al 1 novembre 2019

Mercati finanziari : nuovi record a Wall-Street

▶️ La Fed taglia e Wally festeggia

▶️ Il gruppo PSA pronto a comprare Fca

▶️ Trump e l’impeachment

L’ultima settimana di ottobre ha registrato l’annunciato taglio dei tassi da parte della Fed ,ora tra 1,5 e 1,75 e gli indici americani che , grazie anche ad alcuni dati economici migliori delle attese e alle buone trimestrali che continuano ad uscire , si portano sui massimi di sempre.

Contrastate le altre piazze con i mercati asiatici sugli scudi e l’Europa leggermente sotto tono , tranne Milano che , spinta dal forte rialzo di Fca , pronta sposa dei francesi di Peugeot, si porta poco sotto i 23.000 punti.

Sul fronte Brexit si va ai supplementari, uscita rinviata a fine gennaio 2020 ed elezioni anticipate il prossimo 12 dicembre

Il dollaro si indebolisce nei confronti dell’euro e chiude a 1,1167 , stabile il petrolio a 56,17. Lo spread Btp-Bund sale a 146 punti mentre il Vix scende a 12,30. Il sentiment segna 80 punti in zona di estrema euforia.

Giovedì 31 ottobre la procedura di impeachment nei confronti di Trump è diventata ufficiale. A formalizzarla nero su bianco è stata la Camera del Congresso americano, approvando una risoluzione con le regole da seguire nel seguito delle indagini.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.