Pillole di finanza dal 1 al 5 giugno 2020

Mercati finanziari : tutti con la Lagarde 🧒

 

☑️ Indici azionari in forte rialzo 📈

☑️ La Banca Centrale europea aumenta gli acquisti 💶

☑️ Non inseguiamo il treno 🚆

 

Giugno inizia con performance in alcuni casi a doppia cifra 📈.
Piazza Affari 🏛passa da 18.200 a 20.187 , valori che non si vedevano dalla prima settimana di marzo.
L’indice Nasdaq 🖥 è sui massimi di sempre🔝 .

A generare tanto ottimismo , probabilmente un po’ eccessivo , sono state :

  ✅ Le mosse della Lagarde che nella riunione della Bce 🏦di giovedì ha potenziato e prorogato il Quantitative Easing. Ora è apprezzata da tutti , a marzo tutti la giudicavano inopportuna

  ✅ Il dato sull’occupazione americana 🇺🇸, in maggio 2,5 milioni di nuovi posti di   lavoro

  ✅ La rotazione settoriale 🔁, insieme gli acquisti di chi non ha creduto    inizialmente al poderoso rimbalzo.

Non facciamoci prendere dall’euforia , non si sale su un treno🚊 in corsa , i successivi investimenti vanno diluiti nel tempo. Ricordo l’importanza fondamentale della diversificazione 📊

Sugli indicatori monitorati settimanalmente segnalo la debolezza dell’oro 🥇 , ora abbandonato 📉, presto acquistato📈.

L’ultima ottava ha registrato un ulteriore miglioramento di tutti i settori obbligazionari a spread ( corporate , high-yield , debito emergente ) , ma questo per chi mi segue , non è una sorpresa e la festa 🥳 non è ancora finita.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 20 al 24 aprile 2020

Mercati finanziari : in attesa della fase due

☑️ In calo i principali indici mondiali

☑️ Petrolio sempre più giù

☑️ Prepararsi alla fase due

L’ultima ottava ha visto tutte le principali borse mondiali In flessione , complice il forte calo del prezzo del petrolio e le incertezze dell’Europa nel definire i nuovi piani di aiuti , un passo in avanti verso i recovery bond è stato fatto ma quanta lentezza ! Sempre molto tonico il settore tecnologico.

Il petrolio chiude a 17,19 dollari al barile , sempre forte il dollaro nei confronti dell’euro a 1,0821. L’oro torna a salire e chiude a 1.745 dollari l’oncia. Lo spread Btp-Bund sale a 239 punti. Il Vix scende a 35 punti , mentre l’indicatore di sentiment si ferma a 39 punti in zona di paura.

Si inizia a pensare alla fase due , che nel nostro Paese dovrebbe iniziare il 4 maggio con molta gradualità e scrupoloso rispetto delle regole.

Per oggi è tutto, un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 13 al 17 aprile 2020

Mercati finanziari : ancora su

☑️ Il Nasdaq in gran spolvero

☑️ Il petrolio sempre più giù

☑️ Pronti per la fase due

Continua la fase di recupero di quasi tutte le principali borse mondiali.
Molto bene gli indici americani e in particolare modo il Nasdaq che grazie ai big della tecnologia segna un guadagno del 6%. Negativa piazza affari , penalizzata dai titoli bancari.

Sono iniziate le trimestrali negli Stati Uniti e i risultati sono estremamente negativi così come i dati economici , ma questo era ampiamente previsto.

Prosegue la discesa del prezzo del petrolio , nonostante il taglio alla produzione dei barili , si rafforza il dollaro sull’euro , mentre torna sotto i 1.700 dollari l’oncia l’oro.
Lo spread Btp-Bund arriva a 230 punti , in attesa della riunione dei capi di governo Europei fissata per il 23 , con la speranza che anche l’Europa metta molti soldi per aiutare l’economia.
Il Vix scende sotto i 40 punti e l’indicatore di sentiment arriva a 44 punti , quasi in zona di equilibrio.

I dati sui contagi stanno migliorando un po’ ovunque , buone notizie anche sul fronte farmaci dove si stanno sperimentando nuove cure , così come sui vaccini , con l’augurio che per il prossimo autunno qualcosa possa essere utilizzato.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 20 al 24 gennaio 2020

Mercati finanziari : arriva il coronavirus

▶️ Correggono le borse

▶️ Clamore o realtà

▶️ Scende il petrolio

La paura del diffondersi del coronavirus preoccupa gli investitori e tutte le principali borse mondiali , tranne poche eccezioni , correggono dai massimi raggiunti la scorsa settimana.
Ho sentito un noto luminare universitario della Medicina che mi ha riferito “ Parte il fenomeno, si fa un po’ di clamore, si confeziona un vaccino e si vende. Tra 6 mesi non ne parliamo più. Comunque provoca più morti l’influenza “.

Forte ribasso del petrolio che chiude a 54,20 dollari al barile , si rafforza il dollaro nei confronti dell’euro e arriva a 1,1025 , sale l’oro , bene rifugio per eccellenza, a 1.571,10 dollari l’oncia. Lo spread Btp-Bund scende a 154 punti , con rendimenti in diminuzione. Balzo del Vix a 14,56 , mentre l’indicatore di sentiment panico ed euforia , cala a 62 punti , rispetto agli 89 della scorsa ottava , portandosi in zona di euforia.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima settimana