Pillole di finanza dal 22 al 26 luglio 2019

Mercati finanziari : nuovi record a Wall-Street

▶️ Nuovi massimi sullo S&P500

▶️ Aspettando la Fed

▶️ La magia del tempo

L’ultima settimana ha visto lo S&P500 chiudere a 3.025 nuovo record.
Bene anche le borse europee, nonostante la parziale battuta d’arresto dovuta alla riunione della Bce di giovedì , dove le mosse del presidente Draghi hanno parzialmente deluso le aspettative degli investitori. Ci rifaremo a settembre.
Mercoledì la Fed taglierà i tassi , almeno questo è l’attesa del mercato.

Petrolio stabile e dollaro in rafforzamento a 1,1125. Lo spread si mantiene a 194,10 con il rendimento del nostro decennale a 1,57 e quello tedesco a -0,36 %.
Il Vix scende a 12,16 e l’avidità a 60 dimostra un discreto ottimismo sui mercati azionari.

La risposta al quiz della scorsa settimana è 134.000,00 $. Tanti sono diventati 1.000,00 $ investiti il 19/07/1969 nello S&P500 , veramente un ottimo risultato.
Tempo e pazienza , null’altro serve all’investitore intelligente.

Per oggi è tutto, un saluto e alla prossima.

Annunci

Pillole di finanza dal 12 al 16 novembre 2018

Mercati finanziari : ci vuole pazienza

▶️ Ancora deboli gli indici azionari

▶️ Male lo spread

▶️ La pazienza è quasi tutto negli investimenti

Continua la fase di debolezza sulle principali borse mondiali con correzioni intorno al 2% ,fa eccezione l’Asia escluso il Nikkey a Tokyo e le borse dei Paesi Emergenti ,a Milano si torna sotto i 19.000 punti con lo spread in risalita.

Si indebolisce il dollaro nei confronti dell’euro che chiude l’ultima seduta a 1,1414 ,continua la forte fase di debolezza del prezzo del petrolio che si ferma nell’ultima seduta della settimana leggermente sopra ai 56 $ al barile minimo da oltre un anno, lo spread BTP Bund si arresta a 313 punti con il rendimento del nostro decennale al 3,5% ,il VIX infine chiude leggermente sopra ai 18 punti.

La volatilità che ormai da quasi un anno è presente sui mercati finanziari sta mettendo a dura prova la pazienza dei risparmiatori , ma è proprio in questi momenti che è necessario mantenere la barra dritta ed essere fedeli alla programmazione fatta precedentemente. L’orizzonte temporale è quasi tutto nella buona riuscita di un investimento.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima

Pillole di finanza dal 3 al 7 settembre 2018

Mercati finanziari : clima di incertezza

▶️ Settembre poco propizio ai rialzi

▶️ Migliora lo spread

▶️ L’importanza del tempo

Settembre inizia con le principali borse mondiali in arretramento. Il Dax di Francoforte accusa un calo del 3,27 %. Il Nikkei per la quarta volta da maggio non riesce a superare i 23.000 e scende di oltre il 2% , uno dei pochi indici positivi ė stata piazza Affari che grazie al rimbalzo dei titoli bancari e al miglioramento dello spread ha chiuso l’ultima ottava in rialzo dello 0,88%.
Continua ad ampliarsi il differenziale tra gli indici americani e quelle del vecchio continente , ma nell’ultima parte dell’anno potrebbe esserci un miglioramento delle borse europee visto la buona crescita economica per l’anno in corso.

Migliora lo spread Btp-Bund 248,8 grazie alle parole di alcuni esponenti del nostro governo e in attesa della pubblicazione della nota di aggiornamento al DEF. Torna a rafforzarsi il dollaro a 1,1553 sull’euro. Scende il prezzo del petrolio a 67,84 dollari al barile. Aumenta l’incertezza e il Vix sale a 14,88.

La settimana scorsa ho parlato dell’importanza di una corretta diversificazione per il buon andamento di un portafoglio , oggi voglio aggiungere che senza la pazienza e quindi il giusto tempo nulla di buono si ottiene.

Per oggi è tutto, un saluto e alla prossima.

Pillole di finanza dal 19 al 23 marzo 2018

Mercati finanziari: la zampata dell’orso

▶️ Si torna a scendere

▶️ Dazi e non tassi

▶️ Cosa fare ora ?

L’inizio della primavera ha coinciso con un’ondata di vendite che ha fatto tornare tutti i principali indici mondiali sui minimi di febbraio ,annullando ogni tentativo di recupero.
Le correzioni vanno dal -7 del Nasdaq al -2,50 del nostro indice che , almeno per ora , mantiene il segno positivo da inizio anno.
Prima lo scandalo che ha colpito Facebook ,bilancio settimanale da -15% , poi di nuovo la guerra dei dazi tra Cina e Stati Uniti e nel mezzo il rialzo di un quarto di punto da parte di Powell ,alla sua prima uscita ufficiale.Ora si sta tra 1,50 e 1,75 e due soli i rialzi previsti nel corso del 2018 ,tre nel 2019 e due nel 2020.

Il dollaro si indebolisce chiudendo l’ultima ottava a 1,2352 , si rafforza il prezzo del petrolio che chiude poco sotto ai 66 dollari al barile , bene anche lo spread Btp-Bund a 126,6 con rendimenti in ulteriore ribasso. Balzo in avanti dell’indice Vix a 20,4.

E ora ?Doppio minimo e si riparte o ancora giù ? Affidiamoci come sempre al metodo : diversificazione , rispetto dell’orizzonte temporale e strumenti efficienti , per tutto il testo ci pensano i maghi.

Nominati i nuovi presidenti di Camera e Senato ,Fico del M5S e la Casellati di FI .

Per oggi è tutto un saluto e buona Pasqua.

Pillole di finanza dal 12 al 16 giugno 2017

Mercati finanziari : secondo rialzo dei tassi

▶️ Poche novità dalla Fed

▶️ Migliora lo spread

▶️ Mancano gli spunti sui mercati azionari

Nel meeting di mercoledì la banca centrale americana ha alzato per la seconda volta nell’anno i tassi di interesse portandoli tra 1 e 1,25 livelli che non si vedevano dal 2008. Rivede leggermente a rialzo le stime del pil del 2017 e pensa ad un altro rialzo nel corso dell’anno accompagnato da una graduale riduzione del bilancio esploso nel frattempo a 4.500 mld di dollari. Obiettivo finale portare i fed funds al livello target del 3% con tre rialzi sia nel 2018 che nel 2019 , il tutto chiaramente condizionato dalle prospettive economiche.

Quasi nulle le reazioni dei mercati finanziari con l’equity in leggero calo un po’ ovunque ,solo lo S&P500 chiude in lievissimo rialzo +0,06% ,ampie le oscillazioni del cambio euro dollaro ma la chiusura si conferma sui livelli dell’ultima ottava 1,1197. Continua la fase di debolezza del petrolio che scende sotto ai 45 dollari al barile mentre continua a migliorare lo spread Btp-Bund a 171.20 con relativa diminuzione dei rendimenti dei due decennali. Sempre preoccupante ,a mio avviso , il livello del Vix a 10,38.

Il clima estivo consiglia prudenza ,ridurre su eventuali rialzi e pronti a comprare a prezzi più interessanti , sempre fedeli alle nostre regole : diversificazione e rispetto dell’orizzonte temporale.

Per oggi è tutto un saluto e alla prossima.

L’importanza dell’orizzonte temporale

nuoviinvestimenti-cosafunzionaoggiDa oltre vent’anni svolgo la professione di promotore finanziario e, grazie all’esperienza sono sempre più convinto che, nella mia attività, una delle regole migliori da consigliare al risparmiatore sia quella di rispettare l’orizzonte temporale.
Nel presente articolo, cercheremo di capire perché l’orizzonte temporale sia di notevole importanza. Continua a leggere